Nova Re SIIQ: approvato il piano industriale con focus sull’hospitality – 14 febbraio 2018 18:09

Nova Re SIIQ: approvato il piano industriale con focus sull’hospitality

–  La Società, con il supporto di Mediobanca, riposiziona la strategia di investimento sul segmento di hotel, strutture sanitarie, student e senior housing, cogliendo le opportunità dell’estensione deiPir ai titoli immobiliari.

–  Gross Cap Rate nell’ordine del 6 per cento, con leva moderata e non superiore al 40%.

–  Obiettivo di raccolta 200 milioni di euro per la prima fase del piano.

Roma, 14 febbraio 2018 – Il Consiglio di Amministrazione di Nova Re SIIQ Spa, riunitosi in data odierna sotto la Presidenza di Antonio Caporale, ha approvato il nuovo piano industriale 2018-2024, finalizzato ariposizionare la società nel segmento dell’hospitality, attraverso operazioni di rafforzamento patrimoniale che colgano le chance di sviluppo delle attuali condizioni favorevoli di mercato connesse anche alla recente estensione dei Pir alle società immobiliari.

Elaborato con il supporto di Mediobanca in qualità di advisor finanziario, il piano ha il proprio focus su immobili a destinazione prevalentemente ricettiva: hotel, residenze sanitarie assistenziali (Rsa), residenze studentesche, senior housing, al fine di realizzare investimenti connotati da redditività in linea con le aspettative degli investitori anche in termini di profilo rischio/rendimento.

Si continuerà inoltre a considerare opportunità d’investimento in altre asset class, facendo leva sullecompetenze presenti in-house al fine di sfruttare le opportunità di creazione di valore che dovessero venire dal mercato. Le prospettive di rendimento saranno legate a un parametro di cap rate medio lordo complessivo del portafoglio immobiliare che a regime è prossimo al 6%, con asset di bassa stagionalità perché in prevalenza localizzati nelle principali città italiane (Roma, Milano, Venezia, Firenze, Bari, Torino), già a reddito e affidati a operatori di primario standing. Il ricorso alla leva finanziaria sarà contenuto, con un “loan to value”obiettivo intorno al 40%.

Il piano prevede anche l’eventuale opportunità di conversione di compendi immobiliari a destinazione d’usodiversa, con operazioni di re-development che potrebbero offrire maggiori prospettive di crescita dei rendimenti.

Tenuto conto del prossimo incremento delle attività, è previsto che Nova Re SIIQ si doti inoltre di una società operativa nei servizi di property, facility, project e hotel management, al fine di poter internalizzare le competenze necessarie alla efficace gestione e massima valorizzazione del portafoglio, integrando e ampliando le professionalità e competenze aziendali oggi in organico, fino a ricomprendere eventuali chancedi gestione diretta delle attività ricettive.

Coerentemente con l’approvazione del piano industriale, il Consiglio di Amministrazione ha quindi deliberato il necessario rafforzamento della struttura organizzativa e previo parere favorevole del Comitato Indipendenti– : (i) la nomina del Consigliere Delegato Stefano Cervone quale Direttore Generale della Società, munito di adeguati poteri gestori, in un’ottica di stabilizzazione del relativo rapporto, e (ii) l’assunzione del Consigliere Ing. Claudio Carserà quale dirigente e Direttore Responsabile dell’Area Immobiliare con la qualifica di Head of Real Estate. Trattandosi di operazioni con parti correlate, la Società pubblicherà il relativo Documento Informativo nei termini previsti dal Reg. Consob n. 17221/2010.

Il Consigliere Delegato Stefano Cervone così ha commentato: “Come già annunciato, Nova Re intende proporsi quale player di significativa rilevanza nel mercato italiano. Il piano industriale 2018-2024 si sviluppa lungo un orizzonte temporale di sette anni, che comprende sia fasi di valorizzazione degli asset in portafoglio, con contestuale investimento dei relativi proventi in nuovi portafogli immobiliari coerenti con gli obiettivi dipiano, sia una fase di raccolta di capitali sul mercato, a valere sulla delega conferita dall’Assemblea dei Socinel luglio 2016. Siamo già al lavoro al fine di perseguire un obiettivo di raccolta, nel primo semestre 2018, fino a 200 milioni di euro. Insieme ai nostri advisor, Mediobanca, valuteremo la migliore finestra di mercato perprocedere con l’aumento di capitale.”


Per ulteriori informazioni:

Nova Re SIIQ S.p.A.
Tel: 0249688263
cristinadetoni@novare.it

Musa Comunicazione
Tel: +39.06.90219019 – 06.90219012 Cell: +39.349.7839292 – +39.349.7839292
musa@musacomunicazione.com

Scarica il documento
Download

Per ulteriori informazioni:

Nova Re SIIQ S.p.A.
Tel: 06.90292677
gm.cesare@novare.it