Nova Re Blog

SHG Hotel Verona - Nova Re SIIQ SpA

Nova Re, Integrae Sim: è Buy con target price di 6,61 euro

18 giugno 2019 - Target price di 6,61 euro per azione, raccomandazione Buy e rischio medio. È questo il giudizio degli analisti di Integrae Sim su Nova Re alla luce dei risultati 2018 e delle prospettive per l’anno in corso e i prossimi anni, ove si sottolinea che il target price implica un potenziale upside, ovvero il potenziale di crescita, del 60,1% rispetto al prezzo del 10 maggio.

18 giugno 2019Target price di 6,61 euro per azione, raccomandazione Buy e rischio medio.

È questo il giudizio degli analisti di Integrae Sim su Nova Re alla luce dei risultati 2018 e delle prospettive per l’anno in corso e i prossimi anni, ove si sottolinea che il target price implica un potenziale upside, ovvero il potenziale di crescita, del 60,1% rispetto al prezzo del 10 maggio.

La SIIQ del gruppo Sorgente gestisce attualmente un portafoglio composto da immobili a destinazione direzionale e commerciale. In particolare, la società di investimento immobiliare ha la proprietà di sei immobili (tre a Milano, due a Roma e uno a Bari) tutti locati a conduttori di elevato standing.

“La rischiosità sistematica del portafoglio tende quindi a zero – scrivono dalla Sim milanese, che ricorda come il nuovo piano industriale 2018-2024 preveda investimenti prevalenti nel settore della Hospitality (hotel, case di cura, residenze per anziani etc.) e i cui effetti saranno visibili nei prossimi anni. Il piano prevede inoltre la valorizzazione del portafoglio attuale che sarà gradualmente dismesso (la vendita dell’immobile di Via Vittor Pisani a Milano e l’acquisizione di tre immobili a destinazione alberghiera siti a Bologna, Verona e Vicenza vanno in questo senso).

In particolare, nel 2018 i ricavi da locazione hanno raggiunto 6,78 mln di euro (erano 2,63 mln nel FY17), mentre il net operating margin (ovvero il margine dei ricavi da attività di locazione al netto dei costi operativi immobiliari) ha raggiunto i 5,30 mln di euro (2,17 mln nel FY17).

L’Ebitda e l’Ebit (misurato prima delle rivalutazioni nette degli immobili) hanno raggiunto 2,79 mln e 5,25 mln di euro rispettivamente (erano 1,1 mln e 3,6 mln nel FY17), mentre l’Ebitda margin si è attestato al 41,2% e 78,1% rispettivamente (42,1% e 137,6% nel FY17).

Nel 2018 “il management ha lavorato intensamente per la valorizzazione del portafoglio – conclude Integrae Sim – L’attività ha portato ad un aumento del valore degli immobili di 5,8 mln di euro, pari al 4,2%, rispetto al 2017. Dalla data di conferimento del portafoglio (agosto 2017) al dicembre 2018, la rivalutazione del portafoglio è stata di 8,8 mln di euro”.

SCARICA LA RICERCA DI INTEGRAE SIM

 

 

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email